NEWS

News proveniente da sosfanta

7 Luglio 2019 20:35

MAROTTA: “PRONTI A TRATTARE ICARDI CON LA JUVE! SÌ, VOGLIAMO LUKAKU. BARELLA PUÒ ARRIVARE, GODIN…”

Beppe Marotta racconta la sua idea su tutta la gestione dell’Inter. L’amministratore delegato nerazzurro, dopo le risposte di oggi in conferenza stampa, è tornato a parlare a Sky Sport.

Ti risultano incontri tra Wanda Nara e la Juve? Juve obiettivo possibile per Icardi?
“Ho appreso di questo presunto incontro dai giornali, non ho elementi concreti per stabilire se si sono visti o no; non avremmo bisogno nemmeno di nasconderlo. Se una squadra volesse prendere Icardi siamo pronti ad aprire una trattativa nel rispetto del valore del giocatore”.

E’ stato da poco ufficializzato Godin, che farà un grande terzetto difensivo. Conte vuole un’Inter di lotta?
“Tra i suoi grandi pregi c’è quello di valorizzare le sue risorse. E qui va privilegiato l’aspetto agonistico. Conte lo sa fare interpretare ai suoi giocatori, il fatto che abbiamo preso giocatori contrastanti per caratteristiche come Godin e Lazaro è atto all’idea di creare uno spogliatoio di giocatori giovani ed esperti, che possa configurare certi valori”.

Volete Lukaku? E Dzeko?
“Sono giocatori molto interessanti, diversi per caratteristiche. Non nascondo siano obiettivi: sì, li vogliamo”.

Barella all’Inter?
“Può arrivare e vogliamo definire questa operazione. Giusto che il Cagliari chieda la cifra che desidera, noi abbiamo la volontà di portarlo qui perché incarna i nostri valori. Oltretutto è italiano e una squadra italiana deve avere uno zoccolo duro per ottenere risultati importanti”.

Squadra di giovani e italiani, è una tua caratteristica creare squadre con un blocco così?
“Sì, perché gli italiani capiscono meglio la Serie A e hanno un senso di appartenenza forte da trasmettere agli stranieri. Poi il patrimonio calcistico viene valorizzato con l’acquisizione di italiani, il nostro Paese esprime talenti non solo come allenatori ma anche come giocatori”.

Cos’è per te la Juventus?
“Per me la Juve è il passato, guardo al presente che è l’Inter. La rivalità è l’essenza del calcio, cercherò di arrivare il più in alto possibile con l’Inter”.