NEWS

News proveniente da sosfanta

8 Luglio 2019 18:15

DI FRANCESCO: “PUNTO SU JANKTO E CAPRARI! QUAGLIA SI RIPETE, ADORO BERARDI, MARONI…”

Eusebio Di Francesco dice tutto sulla Sampdoria. Giocatori già in rosa e mercato, il nuovo allenatore blucerchiato in conferenza stampa ha analizzato tante tematiche e dato importanti indizi anche verso la prossima asta del fantacalcio. Queste le dichiarazioni di Di Francesco (foto dal profilo Twitter Sampdoria):

SCELTA – “Passo indietro la Sampdoria? Spesso nel calcio parlare di progetto è utopistico. Io qui ho rivisto qualcosa. Credo si possa costruire qualcosa di importante. Non è un passo indietro. Sono orgoglioso. Mi piace la storia della Sampdoria e poter vestire questa maglia. E avere una tifoseria che ci trascina. Questo è il posto giusto per mettermi in gioco”.

QUAGLIARELLA – “Fabio è il primo e unico giocatore della Sampdoria che ho sentito al telefono. Spero che si possa ripetere e fare ancora tanti gol, ma è un concetto di squadra che voglio sottolineare. I gol devono arrivare da tutti per poterci migliorare. Lui credo si metterà a disposizione dei compagni e dello staff tecnico”.

MERCATO – “Credo che una base importante questa squadra l’abbia. Il mercato è iniziato adesso. Stiamo cercando un attaccante esterno e un centrale da mettere a destra. La società mi vuole accontentare per quelle che sono le mie richieste. Chi mi ha scelto sa che ho un mio pensiero di calcio e un mio modo di giocare. A me non piace chiedere. Mi piace giudicare da quello che vedo. Io ho vissuto Roma ed è un ambiente particolare. Io faccio l’allenatore e tutte le società hanno degli obiettivi. Giampaolo non l’ho ancora sentito, ma lo sentirò. Gli allenatori hanno sempre fretta, ma le dinamiche di mercato sono diverse. Ho fiducia. Stiamo parlando di continuità di quelli che potrebbero essere gli obiettivi. Mi auguro di avere la squadra il prima possibile a disposizione. A volte i colpi principali si fanno alla fine”.

SINGOLI – “Di giocatori interessanti ce ne sono tantissimi. La società ha fatto già mercato e condivido le loro scelte. Sarà poi il campo a dare il responso definitivo. Ci sono dei giocatori, come Jankto, che l’anno scorso ha faticato e possono diventare maggiormente determinanti. Caprari è un altro, tornerà a fare l’esterno come faceva a Pescara”.

DEFREL – “Non posso parlare di Defrel, lo conosco benissimo dal Sassuolo, ma non è più un giocatore della Sampdoria. Per me è stato un centravanti. A Roma per la situazione di difficoltà l’ho riportato sull’esterno. Lui ha la capacità di sapersi adattare. Ora vorrei giocatori su ruoli specifici, però posso dire che Defrel è un ottimo calciatore”.

GABBIADINI – “Voglio parlarci per capire dove si sente di giocare. Per giocare in determinati ruoli deve avere certe caratteristiche. Lui predilige giocare dall’inizio. Sto vedendo tanti video per capire bene dove poterlo schierare”.

ANCORA QUAGLIARELLA – “È un calciatore veramente intelligente, capisce quando deve attaccare la profondità e sa muoversi. Credo che più passano gli anni bisogna allenarsi in un certo modo. Se poi riuscirà a far fare gol anche agli altri meglio”.

BERARDI – “Domenico è un mio pupillo, che ho allenato per cinque stagioni al Sassuolo e sapete che numeri ha raggiunto in quei cinque anni”.

VERDI – “Anche Verdi è un calciatore che mi piace molto, è un profilo giusto, ma bisogna anche sapere dove si può arrivare. E’ uno di quelli che abbiamo nominato comunque, c’è un fondo di verità ma non c’è solo lui”.

MARONI E CAPRARI – “Gonzalo Maroni l’ho osservato e nel mio 4-3-3 può fare l’esterno di sinistra in attacco come lo stesso Caprari che in passato ha fatto benissimo in quel ruolo e sono felicissimo di poterlo allenare”.

TOTTI E DE ROSSI – “Sono degli amici, io faccio l’allenatore, non mi occupo degli aspetti societari”.