NEWS

News proveniente da sosfanta

11 Luglio 2019 20:15

SEMPLICI: “PETAGNA NON SIA SCONTENTO, VEDRETE COSA FARÀ LAZZARI! ORA 7/8 ACQUISTI E CAMBIO MODULO”

Dalla partenza di Lazzari al futuro di Petagna e Fares. Leonardo Semplici dice tutto sulla Spal che sta nascendo nella conferenza stampa di presentazione della nuova stagione:

LAZZARI – “Partiranno diversi giocatori, ne arriveranno altrettanti, cercheremo di rinnovare la rosa, la squadra sarà completata cammin facendo. Bisognerà avere calma, in particolare io, aspettare il momento giusto per i giocatori che facciano al caso nostro. Lazzari via? La sua partenza è veramente importante, però è un ragazzo cresciuto qui, maturato, era giusto dargli questa opportunità. La Lazio per lui è una scelta importante, lo ringraziamo per tutto ciò che ha fatto e dato e gli auguriamo le migliori cose perché le merita”. 

FIORENTINA – “Ci sono state diverse chiamate per me quest’estate, ma per me era giusto proseguire qui, la società lo sa. La Spal ha l’ambizione che io cercavo, il mio proseguo qui è la scelta giusta per la mia carriera”. 

MODULO – “Un cambio? Sì, cambieremo qualcosa, bisognerà capire anche chi arriverà dal mercato, quelle che sono le caratteristiche di ognuno per poi sviluppare il modulo. La squadra deve crescere, bisognerà interpretare meglio certi aspetti con le squadre pari alla Spal. Vincere con Juve, Lazio e Roma sarà molto più difficile, dovremo essere molto più bravi con le squadre vicine a noi. 4-4-2, 4-3-3, 3-4-3 in alternativa al solito modulo, poi dipenderà anche dai calciatori, ho diverse idee, la duttilità ci può permettere nei vari momenti di cambiare anche durante la stessa partita”. 

ANCORA LAZZARI – “C’è stato un percorso veramente unico, ha fatto dalla Serie C2 alla Serie A, sotto l’aspetto professionale e umano mi dispiace, ma si è guadagnato questa possibilità ed è giusto sia partito, può fare ancora grandi cose. Ha grandi margini di miglioramento ancora, vedrete”.

LEADER – “Felipe e Floccari guideranno il gruppo, sono i leader, sanno cosa vogliono, cosa desidero. Sono confermati oltre che per l’aspetto tecnico, anche per l’aspetto umano: sono due giocatori di grande valore, ripartiamo da loro”.

D’ALESSANDRO – “Era un esterno alto, poi è diventato quinto, a volte anche terzino. Valuteremo con lui e anche in base alle nostre esigenze come utilizzarlo per farlo rendere al meglio”.

NON CONVOCATI – “Viviani, Salamon e Cremonesi non rientrato nei nostri piani, per questo non sono convocati per il ritiro”.

PETAGNA – “Quanta paura da 0 a 10 di perderlo? Io sono sempre stato chiaro anche con Andrea, se lui ha un’opportunità irrinunciabile per tutti la valuteremo. Vediamo, io mi auguro che lui possa rimanere ancora e dare un contributo importante come l’anno passato. Di una cosa sono convinto: se dovesse restare, non deve essere scontento, con la testa altrove. Qui bisogna avere motivazioni particolari, non normali. Bisogna avere questo spirito per andare oltre le aspettative. Saremo tra le candidate per retrocedere, bisogna avere requisiti importanti e motivazioni. Non è l’anno zero, ma bisognerà rimpolpare il gruppo e cambiarlo, sotto tutti gli aspetti. L’obiettivo comunque è la salvezza, nessuno deve fare voli pindarici”.

MERCATO – “Cosa mi manca? Serve un lavoro eccezionale, ne servono 7/8 di giocatori. Io considero tutti titolari, ma dobbiamo migliorare sia nelle prime che nelle seconde scelte. L’utilizzo di gran parte della rosa dovrà essere ancora un aspetto determinante. Ci sarà da prendere diversi giocatori per dare quella identità e quella personalità alla squadra per far certi tipi di gare”. 

FARES – “Chi temo di perdere di più tra lui e Petagna? Io spero nessuno dei due, ma il mercato è ancora iniziato. Vogliamo confermare i due ragazzi che hanno dimostrato di avere qualità e valori, spero possano maturare ancora qui con noi. Da parte di loro due e di tutti, ci dovrà essere intensità, quel desiderio di migliorarsi per arrivare alla salvezza”.