NEWS

News proveniente da sosfanta

18 Luglio 2019 15:45

SABATINI: “CHE COLPO SKOV OLSEN! VI STUPIRÀ TOMIYASU, DESTRO È UN ALTRO, DENSWIL, PULGAR…”

Walter Sabatini racconta il suo Bologna. Il direttore lo fa dalle colonne de La Gazzetta dello Sport augurando prima di tutto il più pronto rientro possibile a Sinisa Mihajlovic: “Stiamo facendo una bella squadra. Se poi le integrazioni saranno fortunate allora non vedo motivo per il quale il Bologna non dovrebbe fare un campionato ottimo. Ho grandi speranze. Io resto nella mia bolla di gioia, sperando che la cosa di Sinisa sia veloce: lo aspettiamo“.

SKOV OLSEN – “Questa è un’operazione, come altre, di Bigon e Di Vaio. Io sono il fruitore finale. Sono arrivato in corsa: mandavo dei messaggi e loro mi dicevano che quei giocatori erano già stati… aggrediti. Gran lavoro. Se Andreas l’amletico arriva è segnale di quel che qui, a Bologna, si può fare perché parliamo di un talento vero, un acquisto che vale come segnale appunto. E che pesantemente ha avuto più… peso di altri”.

DOMINGUEZ – “Questo ragazzo del Velez è bravo e ha una clausola attaccabile, ma ci sono altre opzioni”.

PULGAR – “Timore di perdere Pulgar? No, nemmeno abbiamo sentore”.

SANTANDER – “Santander? I cinesi hanno offerto 10 milioni: cifra non congrua. Ora forse c’è qualche interesse in Inghilterra”.

GABBIADINI – “Manolo mi piace. Sono un suo estimatore, vediamo”.

DESTRO E SINISA – “A onor del vero Sinisa ci ha chiesto di non spendere sulla punta perché conta su Destro e per investirli sul centrocampista. Sono sorpreso di alcune reazioni di Mattia: non è stato mai così aperto intellettualmente. Prima era spigoloso. Davanti al nome Sinisa ha pianto: vuol dire che Mihajlovic gli è entrato davvero dentro al cuore”.

TOMIYASU – “Credo che Tomiyasu sarà quello che ci stupirà di più: può fare il terzo di destra o il quarto, oltre a essere centrale puro”.

DENSWIL – “Denswil? Esce bene con la palla, piede gentile, usa anche il destro e si trova bene con Dijks perché hanno stessa estrazione nell’idioma e nel percorso (Ajax, ndr). Se tutti i calciatori saranno in grado di dare un 20% in più di un campionato fa, la squadra sarà competitiva in ogni caso”.

 

TOTTI E DE ROSSI – “La Roma senza Totti e De Rossi? È come se a Roma togliessero il centro storico. Guardi: arrivo a dire che senza loro è anche una Roma possibile, i giocatori passano. Ma la Roma senza presidente è imperdonabile”.

ICARDI – “Se avessi Icardi? Troverei un fidanzato a Wanda cosicché si allontani un po’ da Mauro, ragazzo magnifico, padre amorevole”.

IL SOGNO – “Chi prenderei a Bologna se avessi tanti soldi? Neymar. Voglio che la gente si diverta: il calcio è meraviglia”.