NEWS

News proveniente da sosfanta

22 Luglio 2019 11:40

INTER, COSA SI DIRANNO ZHANG E CONTE: GELO LUKAKU, IL RISPETTO DEI PATTI E A CENTROCAMPO…

L’Inter arriva al bivio. Come racconta La Gazzetta dello Sport, oggi Antonio Conte avrà un incontro con tutta la dirigenza a Nanchino per fare il punto sui suoi malumori e sul mercato: “È bene capire i punti di partenza degli Stati Generali dell’Inter di oggi. Le esigenze di Conte sono prioritarie: Antonio ricorderà le promesse ricevute in sede di firma con il club nerazzurro. Ricorderà di aver accettato di allenare l’Inter perché intravede la possibilità di costruire un gruppo vincente. E quindi pretenderà che i patti vengano rispettati. Magari riaggiornando società e dirigenti sulle sue esigenze. A Conte mancano innanzitutto due attaccanti, poi un esterno sinistro in considerazione della bocciatura di Perisic, infine un centrocampista una volta concluso lo sfoltimento dell’organico. Ecco, qui nasce il richiamo alle uscite: senza i saluti a Nainggolan, Joao Mario, Borja Valero, sarà difficile dare la caccia a un centrocampista con il gol nel curriculum, come chiede il tecnico”.

Si entrerà nel vivo dei discorsi anche col presidente Steven Zhang: “Poi ci sono i dirigenti: Marotta e Ausilio sbarcano stamattina a Nanchino, nel primo pomeriggio andrà in scena il meeting e i due dirigenti relazioneranno il tecnico sullo stato dell’arte delle trattative. L’altro punto di partenza della discussione è quello del presidente Zhang, infastidito non poco dal fatto che possa passare il concetto di una proprietà poco disposta a investire. L’Inter in questa sessione di mercato ha già lavorato in entrata per operazioni dal valore complessivo, bonus compresi, da circa 100 milioni di euro. Il tutto senza aver ceduto neppure un big. Ecco, partendo da qui andrà in scena l’incontro, che peraltro precede la cena con il patron Zhang Jindong, alla quale parteciperà tutta la squadra”.

Ma non ci sono solo Icardi, Nainggolan e pure Perisic. All’ordine del giorno infatti c’è il tema Lukaku: “L’argomento più spinoso sarà quello di Romelu Lukaku. Conte pubblicamente continua a spingere – l’ha fatto anche a margine della partita contro il Manchester United – per il belga. Ma è già stato informato del rifiuto del club inglese dell’offerta nerazzurra di 65 milioni (bonus compresi). Zhang ha fatto sapere ai dirigenti che il club non può, per motivi di financial fair play, aumentare l’offerta o anche solo tentare di avvicinarsi agli 83 milioni chiesti dagli inglesi. E oggi lo ribadirà al tecnico. Perché allora Conte continua a sperare? Perché sa che lo United vuole vendere il giocatore, non a caso Solskjaer è tornato a informarsi di Pepé oltre che di Aubameyang. E dunque il tecnico spera ancora in un colpo di coda. Ma parlare di Lukaku serve a Conte anche per fissare un’asticella della tipologia di giocatore che vuole”, si legge.