NEWS

News proveniente da sosfanta

5 Ago. 2019 15:00

SEMPLICI: “PETAGNA È CONVINTO, VIA A UNA SOLA CONDIZIONE. DI FRANCESCO E KURTIC OUT PERCHÉ…”

Dopo lo 0-0 nel test contro il Verona, l’allenatore della Spal Semplici dice tutto tra campo e mercato. Queste le sue dichiarazioni: “Centrocampo sperimentale nel primo tempo? Ho provato a riproporre Missiroli mezzala, un ruolo che ha sempre fatto, e valutare ancora una volta Valdifiori e Valoti dopo i test precedenti. Hanno fatto tutti bene, sono contento di tutti perché abbiamo interpretato bene la gara. Forse si poteva solo essere un pochino più incisivi, ma piano piano cresceremo anche sotto quell’aspetto. La prova di Moncini e Strefezza? Molto bene entrambi: il primo ha fatto quello che gli chiedo e il secondo ha dato un buon contributo in fase offensiva“.

A RIPOSO – “Oggi abbiamo lasciato a riposo alcuni giocatori importanti, ma in generale i compiti sono stati svolti nella giusta maniera. Di Francesco e Kurtic hanno avuto alcune noie muscolari di poco conto, non li abbiamo voluti rischiare e da martedì rientreranno sicuramente in gruppo. Quel giorno dovremmo riavere con noi anche Fares, aspettando poi anche l’ultimo arrivato Gomis che si aggregherà giovedì prossimo. In seguito cercheremo di completare la rosa”. 

TOMOVIC – “Non so davvero nulla, chiedete a Vagnati. In questo momento sono contentissimo del gruppo che ho allenato in questi primi venti giorni, hanno lavorato tutti bene e sono rimasto molto soddisfatto. La società sa quello che serve per completare la rosa ed è presente su tutte le trattative che possono fare al caso nostro. Poi sapete bene che da qui alla chiusura del mercato manca ancora tanto e può succedere di tutto”. 

PETAGNA – “E’ un giocatore della SPAL e ce lo vogliamo tenere stretto, salvo che non arrivi un’offerta importante di una grande squadra. Il giocatore comunque è convinto di rimanere qui a Ferrara, non ci sono problemi da questo punto di vista“.

VERRE – “Voci su Verre come possibile obiettivo? A oggi non è mai stato fatto il suo nome né da parte mia né del direttore, se poi c’è stata qualche situazione diversa non lo so“.