NEWS

News proveniente da sosfanta

10 Ago. 2019 08:15

CAIRO: “BELOTTI, C’È LA CLAUSOLA! ZAZA RINATO, MEITÉ E BERENGUER SORPRESE: NEANCHE LA JUVE…”

Urbano Cairo è letteralmente scatenato. Il suo Torino gli piace, lo coccola, prende tutte le gioie e le soddisfazioni. Guarda avanti e non si ferma. A La Gazzetta dello Sport, ha raccontato le sue sensazioni sulla squadra e non solo.

VERDI – “A me non piace parlare di giocatori di altre squadre, quando si è parlato dei nostri mi ha dato fastidio. Quindi voi dite Verdi e io rispondo in generale: guardate che a volte un giocatore non lo riesci a prendere perché la sua società non ha fatto gli acquisti che doveva fare e dunque non lo libera”.

ZAZA E BELOTTI – “Vero: si cercano e si trovano. Ma questo gruppo sta benissimo assieme. Perciò dico che è difficile migliorarlo. Noi abbiamo confermato la squadra che nel girone di ritorno ha fatto ilquarto posto con un punto in meno di Juve e Milan”.

LYANCO – “Ci sono due rientri dai prestiti, Lyanco e Bonifazi, faranno benissimo”.

ZAZA RINATO – “Abbiamo uno Zaza completamente diverso. Ha fatto il ritiro con il mister, è stato apprezzato da Mazzarri anche per aver accettato a volte la panchina. Dimostra di impegnarsi allo spasimo, di avere voglia e di poter fare bene con Belotti. Secondo me lo Zaza di oggi è un giocatore nuovo”.

ESTERNI – “Abbiamo De Silvestri, Ansaldi, Aina, Berenguer che lo può fare… E Parigini che ormai si è aggregato nuovamente: non era in panchina perché appena tornato, ma è pienamente ristabilito dopo l’intervento chirurgico”.

I SINGOLI – “Stiamo vedendo uno Zaza rinato, un Belotti che è tornato lui in modo prepotente, un Baselli maturato, Meité formidabile e da sballo, Berenguer fa cose straordinarie e stupirà tutti… In difesa ci sono due giocatori come Izzo e Nkoulou più Bremer, Djidji, Lyanco, Bonifazi… Ditemi voi chi in Serie A ha sei difensori di questo livello. Non li ha nessuno, nemmeno la Juventus. Più il portiere della Nazionale…”.

BELOTTI – “Belotti è tornato lui: un trascinatore, un vero leader. Sì, è tutto vero, c’è sempre la clausola dei cento milioni, ma noi il capitano ce lo teniamo stretto: è importantissimo”.