NEWS

News proveniente da sosfanta

11 Ago. 2019 16:10

ADDIO PERISIC, PERCHÉ CONTE LO HA FATTO FUORI: I RETROSCENA E L’INCREDIBILE CASO DALBERT

Ivan Perisic sarà presto un nuovo giocatore del Bayern Monaco. Come ha raccontato Sky Sport, l’esterno sta già organizzando la sua partenza alla volta della Germania per le firme su un prestito con diritto di riscatto che non diventerà obbligo di riscatto a determinate condizioni, ma rimarrà un semplice diritto da 20 milioni di euro (mentre il Bayern ne pagherà 5 per il prestito).

Ma perché l’Inter lo ha fatto fuori? La Gazzetta dello Sport ne rivela qualche retroscena: “L’arrivo di Conte sembrava poter ridare a Perisic una nuova vita in nerazzurro, ma è stata soltanto un’illusione di un paio di settimane. Nella testa dell’ex c.t. il croato doveva essere l’esterno mancino a tutta fascia, ma le risposte arrivate dal campo non sono state soddisfacenti e la bocciatura è stata inevitabile. Il rapporto tra i due non è mai decollato neanche umanamente“, si legge.

In più, c’è stato l’incredibile caso del sorpasso di Dalbert: “Conte era stato gelido: «Non penso sia adatto per fare il ruolo che gli chiedo», disse dopo la prima uscita della tournée in Asia, contro il Manchester United. Aggiungendo poi: «L’unico posto in cui può giocare in questo momento è quello di attaccante. In compenso ho visto Dalbert, che ha giocato una partita con grande applicazione». Ecco, passare da risposta nerazzurra a CR7 come disse Spalletti un anno fa ad essere sorpassato da Dalbert non deve essere stato facile da digerire per Perisic, che già di suo ha un carattere tutt’altro che semplice da gestire. Conte lo ha scaricato in fretta e lui evidentemente ha aspettato una proposta dalla Premier, la sua destinazione preferita. Non è un caso infatti che l’accelerata col Bayern sia arrivata proprio all’indomani della chiusura del mercato inglese. Ivan tornerà in Germania, nel campionato che lo ha visto affermarsi a livello internazionale grazie a Borussia Dortmund e Wolfsburg, i due club con cui ha vinto una Bundesliga, due coppe di Germania e due Supercoppe”.