NEWS

News proveniente da sosfanta

29 Ago. 2019 17:00

SEMPLICI: “PETAGNA NON VA DA NESSUNA PARTE! IGOR ESTERNO, IL RUOLO DI DI FRANCESCO E RECA…”

Il derby è alle porte. Così l’allenatore della Spal Semplici ha parlato in conferenza stampa verso il match col Bologna: “In settimana ho detto ai ragazzi che non possono arrivare a questa partita al 100% delle loro possibilità, ma al 110. Perché troveremo un ambiente molto particolare sia a livello emotivo, sia a livello tecnico-tattico”.

FORMAZIONE – “Stiamo valutando se riproporre o meno lo stesso undici di domenica scorsa, perché sicuramente ho avuto certe indicazioni, alcune positive e altre meno. Ma è solo la prima gara e in questi giorni abbiamo visto un miglioramento della condizione in alcuni elementi. Tomovic e Reca potrebbero anche fare parte dei titolari perché fisicamente stanno bene. Reca ha fatto solo due allenamenti e anche questa è una valutazione da fare”.

DI FRANCESCO – “Fino a quando non ci sarà un organico definitivo al 3 di settembre, Di Francesco verrà utilizzato in avanti, da punta. Questo anche per ragioni di condizione fisica. Bisogna anche tener conto del fatto che nel girone di ritorno dello scorso campionato ha giocato pochissimo da titolare. Per cui è normale che nella partita contro l’Atalanta abbia avuto un calo. Quando la sua condizione sarà migliore allora lo potremo rivedere anche da esterno, come avevamo pensato di schierarlo inizialmente nella nostra idea“.

MERCATO – “Come ho già detto, preferirei non approfondire il tema del mercato, perché sono contentissimo del gruppo che sto allenando. Poi, tutti gli allenatori fanno delle richieste. Ma a questo punto ci devono pensare direttore e presidente. Io rimango concentrato sul campo, per provare a mettere una squadra competitiva in grado di fare una grande prestazione. Petagna? Non andrà da nessuna parte. Lo vogliamo tenere e lui per primo ci ha dato massima disponibilità fin da subito a rimanere con noi“.

IGOR – “Lui esterno? Può essere una soluzione, perché con l’Atalanta ha fatto una buona gara, anche se aveva un avversario diverso da quello che potrebbe trovare domani sera (Orsolini, ndr). Lui mi ha dato questa disponibilità ed è un fatto positivo. Per caratteristiche rimane un difensore centrale: l’ho messo a fare il quinto di centrocampo perché in quel momento c’erano delle difficoltà. Se continuerà a migliorare in fase non-possesso e darmi dimostrazione di capire la nostra fase difensiva si potrà valutare anche in questo ruolo“.