NEWS

News proveniente da sosfanta

6 Set. 2019 13:15

NKOULOU: “TORO, PROMESSA DI ADDIO NON MANTENUTA!”. CAIRO LO ATTACCA: “COSÌ NON RISOLVE NULLA”

Continuare a tenere banco il caso Nicolas Nkoulou nel Torino. Il difensore granata, dopo aver forzato la cessione in estate senza però essere alla fine ceduto, in queste ha affidato a L’Equipe il suo pensiero sulla vicenda: “Sono un uomo leale, onesto e completo. Nella mia carriera, nessun compagno di squadra, allenatore o leader ha mai messo in dubbio la mia professionalità e ancor meno la mia formazione. Un professionista deve informare il suo datore di lavoro se non è nelle migliori condizioni per compiere la sua missione, che è stata rispettosamente eseguita con l’allenatore e i miei compagni di squadra”.

LA BORDATA DI NKOULOU – Così Nkoulou ha rincarato la dose con una bordata al Toro: “Per me, un uomo è definito dal rispetto della sua parola. Sfortunatamente, mi sono reso conto che gli impegni sono difficili da mantenere. Ho preso atto che la società si è opposta alla mia partenza quest’estate. Fedele ai miei principi, torno al lavoro senza che questi eventi mettano a repentaglio né la mia motivazione né la mia professionalità, figuriamoci difendere ardentemente i colori del Torino, perché la sua storia e i suoi tifosi se lo meritano”, ha detto Nkoulou.

LA RISPOSTA DI CAIRO – Non si è fatta attendere la replica del presidente Urbano Cairo dalla conferenza di presentazione di Verdi (qui tutte le sue parole): “Non ci sono passi avanti con Nkoulou. Neanche uno. Nkoulou è arrivato due anni fa, ho accettato di prenderlo in prestito con diritto. Terminata la stagione, il procuratore mi ha detto che poteva andare al Siviglia: io gli ho risposto che lo volevo tenere con noi. Io non sapevo di eventuali promesse con il ds, l’ho riscattato. Io ho ammesso di ascoltare le opportunità per l’estate successiva, ma devono essere opportunità che riteniamo adeguate. E io non vado a rafforzare le concorrenti. Il tema si risolve nelle sedi opportune, non attraverso interviste a L’Equipe perché così non ci fa nulla. E sentire che non c’è con la testa in una partita fondamentale ci ha fatto molto male. Abbiamo spiegato cosa deve fare, è una cosa che sappiamo”.