NEWS

News proveniente da sosfanta

29 Marzo 2019 21:30

LINETTY: “MALEDETTE AMMONIZIONI! HO PIETRIFICATO MIA MAMMA AL TELEFONO: LE HO DETTO…”

Karol Linetty

Karol Linetty in vista della sfida tra Sampdoria e Milan si racconta a La Gazzetta dello Sport. Con tanti spunti, da Quagliarella fino al suo totale ambientamento in blucerchiato.

PIATEK – “Ci siamo visti in nazionale, abbiamo scherzato sulla partita del Ferraris. Lui non è cambiato: sa bene cosa deve fare in campo, è sempre stato così. Ma quando lui è in area diventa fortissimo. Se c’è una situazione in cui può segnare, non sbaglia. Fortissimo, davvero, ha proprio la testa per il gol, e lavora costantemente per avere il cento per cento di possibilità di andare a segno, se l’occasione è favorevole. Vuole segnare, sempre. Nell’Under 21 abbiamo giocato insieme, ma l’ho affrontato anche da avversario in campionato. È molto simpatico, un ragazzo positivo”.

QUAGLIARELLA – “Ha fatto due gol a Parma, prima anche un assist, spero che si ripeta sabato. Ormai Fabio è una leggenda”.

 

CRESCITA – “Grazie a Giampaolo sono molto più forte sul piano tattico, e quindi più completo. Record di ammonizioni? Maledizione (ride, ndr). Quando vado in campo, mi trasformo, faccio l’impossibile per rubare palla all’avversario. Ma solo lì, fuori sono normalissimo”.

GENOVA – “Macché andare via da Genova! Le racconto questo episodio. Mi ha chiamato mia madre dalla Polonia. “Karol, come va lì da te?”. “Tutto bene mamma, sole, caldo e diciotto gradi”. Dall’altro capo del telefono, per un attimo, silenzio. “Non è possibile, qui siamo a meno due…”.