NEWS

News proveniente da goal.com

3 Aprile 2019 08:00

JUVENTUS, ALLEGRI VERSO IL MILAN: "MANDZUKIC CI SARÀ, DYBALA IN GRUPPO DA GIOVEDÌ"

Mario Mandzukic, Paulo Dybala, Leonardo Spinazzola, Douglas Costa, Sami Khedira, Martín Cáceres, Juan Cuadrado, Cristiano Ronaldo

Dopo la vittoria contro il Cagliari, la Juventus è attesa da due sfide affascinanti e importanti. Una sicuramente più dell'altra dal punto di vista degli obiettivi stagionali. Sabaro arriva il Milan allo Stadium, mentre mercoledì 10 aprile la Vecchia Signora farà visita all'Ajax per l'andata dei quarti di finale di Champions League.

Fondamentale, per Allegri, è quindi capire i giocatori che recupereranno per entrambe le partite o solo per una di esse. Nel post-partita di Cagliari, ha fatto il punto su tutti i giocatori infortunati. Si parte da quelli più vicini al rientro.

" aveva la febbre, sabato ci sarà contro il Milan. giovedì tornerà in gruppo, ha bisogno di alcuni allenamenti ma non ha problemi particolari. non ha invece nessun problema, si era solo spaventato dopo il crociato, oggi si è allenato e sabato potrebbe esserci. è vicino al pieno recupero, potrebbe addirittura essere disponibile per sabato".

Poi si passa ad altri giocatori, con un nuovo infortunato dopo la sfida contro il Cagliari ed altri possibili recuperi.

" sta bene, però è stato per tanto tempo fermo ed ha proprio bisogno dell'allenamento, lo sta facendo bene in questi giorni. ha avuto un problema al flessore e lo valuteremo in questi giorni. tra una settimana sarà con la squadra. sta lavorando per il rientro. vediamo, va valutato giorno dopo giorno e non bisogna avere fretta".

Ecco, proprio Ronaldo ovviamente è il giocatore più atteso sia da Allegri che dalla tifoseria. Prima della partita contro il Cagliari, anche Pavel Nedved ha voluto dire la sua sul recupero del portoghese.

"Lasciamo lavorare Cristiano Ronaldo con tranquillità e continuità, non mettiamo fretta. Se ci sarà contro l'Ajax? Valuteremo giorno per giorno, sta facendo progressi, però lo vogliamo proteggere ed essere cauti".