NEWS

News proveniente da sosfanta

9 Maggio 2019 16:30

KOUAMÉ: “PAGHEREI PER LA FREDDEZZA DI PIATEK. SANABRIA? È CROLLATO NEGLI SPOGLIATOI”

Christian Kouamé

Christian Kouamé si racconta a La Gazzetta dello Sport. Perché il gol gli manca ma la fiducia no, il sorriso poi proprio mai. Anima di questo Genoa in attacco, l’ivoriano spiega le sue sensazioni a tutto tondo.

IL GOL – “So di dovere lavorare tanto su questo aspetto, e lo sto facendo. È l’unica cosa che mi manca: se segnassi di più sarei davvero un altro giocatore, di questo sono convinto”.

COSA MANCA – “Se potessi pagare, vorrei avere la freddezza di Piatek. Ma non sento la pressione: io gioco sempre senza sentire la pressione”.

GOL SPECIALE – “Quello all’esordio con l’Empoli, ma da qualche tempo sento che segnerò ancora una rete speciale. Quella della salvezza? Non lo so…”.

SANABRIA – “Dopo il rigore ha pianto, si è sentito in colpa, ma ormai è un episodio che appartiene al passato, non deve più pensarci. S’è conquistato il rigore, l’ha voluto battere. Se avesse segnato, sarebbe diventato l’idolo dei genoani. Può succedere. Ora abbiamo bisogno di tutti. Ho visto bene Lapadula. E poi c’è Pandev, il giocatore più forte con cui io abbia giocato”.

UOMINI CHIAVE – “Ribadisco, c’è bisogno di tutti: delle parate di Radu, dei gol di Romero. Il mio futuro? Ho ancora quattro anni di contratto, sto bene qui, non ho in testa preoccupazioni di questo tipo. Un balletto prer festeggiare il prossimo gol? Quando sarà il momento, vedrete…”.