NEWS

News proveniente da sosfanta

4 Giugno 2019 09:45

STA NASCENDO IL MILAN DI GIAMPAOLO: CHI VUOLE DALLA SAMP E TRE CHE SARANNO RILANCIATI

Sta nascendo il Milan di Giampaolo e Maldini. A breve arriveranno le ufficialità, prima del nuovo ruolo di dt per l’ex capitano rossonero, poi per l’allenatore che passerà da Genova a Milano. È il prescelto. La Gazzetta dello Sport ipotizza già il suo il Milan, tra chi si rilancia e chi può arrivare.

RILANCI – L’obiettivo di Giampaolo e della società è quello di rilanciare alcuni giovani che ci sono in rosa. Paquetá potrà giocare nel suo ruolo ideale di trequartista, rilanciandosi dopo l’espulsione che gli ha fatto perdere le ultime giornate. Conti sfiderà Calabria e potrebbe essere «rivitalizzato» dal nuovo tecnico, ma “a patto di migliorare l’adattabilità alla difesa a quattro, dopo le luci (iniziali) e le ombre (parecchie) del campionato appena concluso”. Per la Gazzetta “chi sorride sicuramente è Cutrone: due attaccanti significano partnership con Piatek e addio panchina”.

ARRIVI – Giampaolo alla Samp ha fatto crescere molti giovani, chi si può portare al Milan? La Gazzetta fa due nomi: Joachim Andersen e Dennis Praet, ovvero due tra le note liete della stagione blucerchiata. Entrambi sono in linea con la «prova Gazidis», hanno 23 e 25 anni. “Andersen ha un contratto in scadenza nel 2022, Praet un anno prima: a loro si erano già interessati club di Premier League e la Samp ipotizzava un ricavo complessivo di 45-50 milioni dalla cessione combinata, più o meno equamente distribuito tra i due. Infine, una suggestione-scommessa, considerando che il centrocampo rossonero è oggi davvero svuotato: Ronaldo Vieira, che Giampaolo chiama «il bambino» e che per caratteristiche sarebbe il sostituto ideale di Bakayoko”, si legge.

DUBBI – Ma che fine faranno gli esterni? Con il 4-3-1-2 saranno un po’ sacrificati, c’è chi può cambiare ruolo come Calhanoglu: se dovesse restare, potrebbe completare la trasformazione in mezzala. Suso, Castillejo e Borini, invece, avrebbero bisogno di un robusto restyling tattico. Un altro punto interrogativo è Ricardo Rodriguez. Con Gattuso era titolarissimo, ma non è il tipo di terzino sinistro ideale per il gioco di Giampaolo, perché gli manca un po’ di «gamba» in progressione.