NEWS

News proveniente da sosfanta

26 Giugno 2019 15:45

PAPU GOMEZ: “ERO VICINO ALLA LAZIO! ILICIC PIÙ LENTO DI UGOLINI, PETAGNA TORNA E MI FA FUORI”

Il Papu Gomez si allena già, anche a giugno. L’argentino si trova a Ibiza e sta facendo alcuni allenamenti per farsi trovare pronto per lo storico appuntamento con la Champions. Proprio a Ibiza è stato intervistato da Sky: “Qui si sta bene, molto. Petagna che mi bacia e abbraccia? Mi è mancato tantissimo, è un grande amico, un fratello, ma sono felice per lui. Ha sofferto tanto le critiche perché non faceva gol, andare alla Spal e fare 16 gol penso che è stato incredibile, sono molto felice per lui. Se lo riprendiamo? Non lo so, abbiamo preso Muriel, siamo in tanti. Magari poi torna e fa fuori me (sorride, ndr). Più forte Petagna o Borriello? Borriello di sicuro è più bello (ride, ndr)”.

GASPERINI – “La mentalità che Gasperini trasmette è importante, prima l’Atalanta non riusciva ad andare oltre, ora abbiamo una mentalità vincente su ogni campo. Non si accontenta col pareggino l’Atalanta. Gasperini è un maestro, un insegnante di calcio, si lavora tanto, è innegabile, poi raccogliamo i frutti la domenica. Facciamo mix tra corsa e pallone, il 7 contro 7 a tutto campo è devastante. La parte tattica è fondamentale, se vai a vedere le squadre di Gasperini, in tanti son forti ma ci hanno messo troppo a entrare nei meccanismi”.

ILICIC– “Più lento Ugolini (inviato di Sky Sport a Ibiza a intervistare il Papu) o Ilicic nei movimenti? Penso Ilicic (sorride, ndr). Poi il piede è diverso ovviamente”. E ride ancora.

MERCATO – “Io vicino a lasciare l’Atalanta in passato? Gli ultimi due anni sono stato vicino per modo di dire alla Lazio, sapevo dell’interesse dal mio procuratore, ma son sempre stato molto chiaro sin da quando sono andato in Europa League con l’Atalanta il primo anno. Il secondo anche la Lazio giocava l’Europa League, ma io volevo la Champions; il terzo c’è stata un’offerta molto importante all’Arabia, economicamente parlando, ma con la famiglia ho deciso che non era il momento. Per fortuna”.

BUFFON – “Fan di Buffon? Chi non lo è, è una leggenda del calcio italiano, internazionale, da bambino guardavo lui, Del Piero e Totti, in questo anno è mancato”.